Tour 5 - Villa Carlotta & Menaggio

Arrivo a Villa Carlotta, posta sul confine fra Griante e Tremezzo. Visita della villa, costruita alla fine del ‘600 e oggi interessante museo d’opere neoclassiche, tra le quali spicca il gruppo scultoreo “Amore e Psiche” del Tavolini, allievo del Canova. Di particolare interesse i saloni del piano superiore che hanno mantenuto gli originali Soffitti a cassettoni con dipinti della tradizione lombarda. Visita del giardino sistemato, all’ingresso, su ampie terrazze sovrapposte collegate da scalinate a tenaglia e ricco di coloratissimi fiori. Aprile e maggio sono i mesi migliori per ammirare le superbe fioriture di rododendri e azalee in oltre 150 varietà sistemate, assieme a numerose essenze esotiche, nell’ampio giardino all’inglese posto ai lati della villa e sulla parte alta del pendio.
Nel trasferimento da Griante a Menaggio si attraversa Cadenabbia che, come il resto della Tremezzina, è un luogo magico con le sue ville e i grandi alberghi internazionali che sorsero fin dalla prima metà dell’Ottocento per ospitare i numerosi turisti stranieri che qui venivano a passare i mesi estivi. Tra le ville occorre ricordare Villa Maria che si ispira ad uno stile tardo cinquecentesco, Villa Guaita al rococò e castello Ronconi al gotico, infine Villa Margherita della metà dell’800, dove pare che Giuseppe Verdi abbia composto ampie parti della sua Traviata. Proseguimento per Menaggio, centro mercantile della riva occidentale del Lario che può vantare una storia molto antica: oltre ai reperti dell’età del bronzo e del ferro, rinvenuti in località vicine, il sottosuolo ha restituito numerosi sepolcri e iscrizioni d’epoca romana. Notevole il patrimonio artistico: da visitare la parrocchiale di Santo Stefano di origine romanica ma rifatta nel ‘600, la chiesa di San Giusto risalente anch’essa a quest’ultimo periodo e la chiesa di San Carlo dal bel campanile a Vela dedicata al Borromeo dopo pochi anni dalla sua canonizzazione.
Raccomandata la passeggiata tra le vie del centro storico diviso in una parte alta di connotazione medievale e una parte bassa (lago) di connotazione ottocentesca. Da segnalare i resti del castello medievale: le basi di due torri unite da un muraglione, completamente distrutto dai Grigionesi al soldo di Francesco I nel 1523. Inoltre si consiglia la stupenda passeggiata a lago dove è possibile ammirare oltre alle ville signorili, Il Lido, edificio in stile razionalista e il monumento alla tessitrice. Facoltativa può essere l’escursione in barca da Menaggio per ammirare la parte settentrionale del Lario, passando davanti alle selvagge coste del Sasso Rancio a strapiombo sul lago e alla Villa La Gaeta, una straordinaria costruzione d’inizio Novecento dell’architetto Coppedè.
Escursioni proposte:
Escursioni proposte: S. Martino
Scarica il documento
Escursioni proposte: Tour 5 (448Kb)