Tour 1 - La Valsolda tra Medioevo e Piccolo Mondo Antico

Arrivo ad Oria, primo borgo italiano della Valsolda, piccola valle incassata tra montagne che si gettano scoscese nel lago. Breve passeggiata su mulattiera acciottolata (in piano) fino alla casa del Fogazzaro, trasformata in museo privato per perpetuare il ricordo dello scrittore vicentino che sul Ceresio ambientò “Piccolo Mondo Antico”, il suo romanzo più famoso e toccante. Eventuale visita del giardino.

Proseguimento da Oria per Castello, suggestiva frazione arroccata su un terrazzo roccioso a strapiombo sulla valle del Soldo. Questo era parte di un territorio, la Valsolda, che nel Medioevo fu il centro del potere degli Arcivescovi di Milano e che qui esercitarono tutti i diritti sovrani. Vi era un’importante fortificazione che fu fatta demolire da S. Carlo Borromeo perché trasformata in un covo di briganti. Consigliata la visita all’antico borgo dagli stretti vicoli e della parrocchiale di San Martino, che conserva un prestigioso affresco del Pagani.

Successivamente si raggiunge Puria a piedi, borgo ricordato per aver dato i natali a Pellegrino Tibaldi, il famoso architetto di S. Carlo Borromeo, qui è possibile ammirare la parrocchiale di S. Maria. Ritorno ad Oria e proseguimento per San Mamete scendendo un’antica mulattiera. Qui rimangono tracce del potere arcivescovile medioevale nell’agglomerato e negli stemmi dipinti sul fi anco della parrocchiale dei Ss. Mamete e Agapino, che domina la caratteristica piazza porticata e nel palazzo dell’antico Pretorio. Partenza per Cressogno, visita al santuario della Caravina, importante edificio religioso costruito alla fine del ‘500, che può vantare gli affreschi d’Isidoro Bianchi, il grande interprete campionese della Controriforma.
Escursioni proposte:
Escursioni proposte: Nel cuore della Valsolda
Scarica il documento
Escursioni proposte: Tour 1