A tavola nel Medio e Alto Lario

La gastronomia che troviamo nel territorio che unisce i laghi Ceresio e Lario, basandosi sulla genuinità e la semplicità, è quanto di più sobrio possano offrire montagna e lago. Da sempre l’attività tipica di questi luoghi sono l’allevamento e la pastorizia, quindi è normale che il latte e il formaggio rappresentino un’usanza prestigiosa, una presenza quasi obbligatoria in ogni menu.

Oggi come nel passato gli alpeggi producono burro, ricotta e un’ampia varietà di formaggi grassi, semigrassi e magri (formaggelle, i piccoli formaggi freschi di capra, zincarlino, ecc.). Inoltre tra questi monti vengono prodotti degli ottimi salumi e in particolare la “luganeghetta”, una squisita salsiccia. Avvicinandoci ai laghi troviamo un uso più diffuso di verdure, ma soprattutto il pesce fa la sua comparsa.

Per quanto riguarda, invece, la gastronomia del territorio del Lario occidentale, essa è costituita da due aree ben diverse: la fascia costiera con i paesi a lago, e le valli con i paesi più in quota, per questo motivo la cucina avrà sapori diversi. La prima legata al lago e quindi il pesce che fa da protagonista, la seconda legata alle valli con i formaggi, la polenta e la selvaggina.

I piatti tipici del lago sono a base di pesce come il persico, i missoltini (così vengono chiamati gli agoni che vengono pescati tra maggio e giugno, e seccati al sole e pressati nel sale, nelle “missolte” di latta), il pesce in carpione, le alborelle e le trote. Nelle valli, accanto ai formaggi, i latteria, le “semude”, i caprini, è possibile gustare piatti di selvaggina, funghi, capretti e agnelli. Qui si possono gustare anche diversi tipi di miele come quello di castagno dal sapore più forte e penetrante o quello di acacia molto più leggero.

I dolci possono essere semplici ma gustosi come la “Miascia”, fatta unendo pane raffermo, latte, uova, uvette e farina.

Il lago di Como produce grazie al clima mite delle sue coste l’olio più nordico d’Europa, di bassa acidità e molto fluido, prodotto con le olive macinate a pietra e spremute a freddo.
Scarica il documento
Escursioni proposte: Tavola Lario (320Kb)